Slow Food: Buono, Pulito, Giusto.

SLOW FOOD: BUONO,PULITO E GIUSTO!

Cosa è Slow Food?

Slow Food è un’associazione internazionale no-profit, conta 100 000 iscritti, volontari e sostenitori in 150 Paesi, 1500 Condotte – le sedi locali – e una rete di 2000 comunità che praticano una produzione di cibo su piccola scala, sostenibile, di qualità.

Fondata da Carlo Petrini nel 1986, Slow Food opera per promuovere l’interesse legato al cibo come portatore di piacere, cultura, tradizioni, identità, e uno stile di vita, oltre che alimentare, rispettoso dei territori e delle tradizioni locali.

Il motto di Slow Food è buono, pulito e giusto. Tre aggettivi che definiscono in modo elementare le caratteristiche che deve avere il cibo. Buono relativamente al senso di piacere derivante dalle qualità organolettiche di un alimento, ma anche alla complessa sfera di sentimenti, ricordi e implicazioni identitarie derivanti dal valore affettivo del cibo; pulito ovvero prodotto nel rispetto degli ecosistemi e dell’ambiente; giusto, che vuol dire conforme ai concetti di giustizia sociale negli ambienti di produzione e di commercializzazione.

 

E le Marche? Sono presenti eccome, con presidi distribuiti lungo tutto il territorio.
I presidi slow food sono , come dice il nome stesso , una garanzia a tutela della biodiversità , delle tradizioni , del territorio.
Grazie al progetto “presidi slow food” , avviato in Italia nel 1998 , si sono potute preservare razze animali, specie vegetali, formaggi, pani e salumi che rischiavano l’estinzione a causa di tecniche di agricoltura , industria alimentare e commercio di tipo massivo.

Presidi slow food delle Marche

Presidio Slow Food Cicerchia di Serra de Conti

Presidio Slow Food Lonzino di fico

Presidio Slow Food Mele rosa dei Monti Sibillini

Presidio Slow Food Mosciolo selvatico di Portonovo

Presidio Slow Food Salame di Fabriano


Molto attivo nel maceratese è lo  Slow Food Corridonia che organizza:

–          Incontri a tema su prodotti del territorio, loro utilizzo, loro storia con visione di filmati, proiezioni e dibattiti;

–          Realizzazione di orti per promuovere e sviluppare l’educazione alimentare e ambientale nelle scuole. Costituzione di una comunità dell’apprendimento.

–          Giornate formative rivolte alla conoscenza, preparazione di una pietanza o di un prodotto della terra;

–          Giornate dedicate a scoprire prodotti del territorio maceratese e limitrofi.

–          Porco Corpo 2012, Laboratorio del Gusto sulla pista del maiale e a seguire cena-degustazione.

E tanto altro ancora!

Comments

comments

Un pensiero su “Slow Food: Buono, Pulito, Giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *