Erasmus a Würzburg – Germania [ Intervista ]

Würzburg (135.000 abitanti) è una città situata sulle rive del fiume Meno, nella Bassa Franconia, in Germania; città terminale del più famoso itinerario turistico tedesco ( la cosiddetta Romantische Strasse ), è una delle città più antiche dell’intera Germania e caratterizzata da uno dei climi più favorevoli di tutta la nazione.

Abbiamo intervistato per la nostra rubrica Laura Racciatti, studentessa di Filosofia, che ha trascorso il suo Erasmus proprio nella città tedesca.

 

 

Ciao Laura, come mai hai scelto Würzburg?

Ho scelto la Germania perché avevo seguito due corsi di tedesco all’Universitá e volevo migliorare la conoscenza di questa lingua. Questa é stata la motivazione principale. Inoltre sono dell’idea che chi studia filosofia deve sapere almeno un po´di tedesco.

Com’è stato l’impatto nella città tedesca?

Se si arriva a Würzburg con il treno, così com’é stato per me, il primo impatto é abbastanza negativo. La stazione ferroviaria é decisamente un brutto posto; in ogni caso, c’è stato subito un risvolto positivo, ossia la mia coinquilina e un tutor mandato dall’Università mi aspettavano in stazione e mi hanno accompagnato a casa.

L’ambientamento è stato difficile? Hai avuto una buona accoglienza?

Durante i primi giorni  (diciamo il primo mese) ho avuto problemi con la lingua, ma le persone che ho incontrato (all’Università, in comune, banca…) sono state molto disponibili e pazienti. Poi, tutti parlano un ottimo inglese (anche le cassiere del supermercato). Il ruolo del tutor non é solo quello di accogliere gli studenti Erasmus al loro arrivo, ma anche di aiutarli nei primi giorni di soggiorno, l’aiuto consiste precisamente in: aprire un conto in banca (tutto gratuito), assicurazione medica, registrazione al comune, aiuto nel compilare i moduli dell’Università. Tutte queste cose le ho fatte in due giorni. All’ufficio di relazioni internazionali sono tutti estremamente gentili,  lo stesso é stato con i professori che ho conosciuto e anche con gli studenti. Per la facoltà di filosofia infatti c’è un’associazione, si chiama Fachschaft Philosophie, danno informazioni di vario genere alle matricole, aiutano a compilare i piani studio, organizzano uscite serali. Ho seguito vari corsi di Filosofia. Oltre alle lezioni frontali (come in Italia), ci sono i seminari, utilissimi a mio avviso, dove la lezione é fatta sia dal Prof. che dagli studenti che intervengono attivamente allo svolgimento della lezione.

Hai seguito altri corsi oltre a quelli previsti nel tuo piano di studi?

Oltre alle lezioni alla facoltá di filosofia ho seguito un Intensiv DeutschKurs (corso intensivo di tedesco), 5 ore al giorno, per 5 giorni a settimana; è stato utilissimo sia dal punto di vista dell’apprendimento della lingua, sia dal punto di vista sociale, infatti mi ha permesso di conoscere tutti gli altri studenti Erasmus, o PhD, o coloro che lavorano all’università ma non parlano bene il tedesco.  Il primo giorno del corso si fa una prova scritta, una sorta di test per verificare il livello di conoscenza della lingua da parte di tutti coloro che vogliono prender parte al corso. In base ai risultati si formano le classi (dal livello base A1, a quello avanzato C2).

Aspetti positivi di Würzburg…

Il costo della vita non é per niente alto, gli affitti si aggirano intorno ai 200-250 € per una singola in pieno centro, ma ci sono anche molte residenze universitarie. Il cibo é meno caro che in Italia, cosí come i ristoranti, caffetterie..; il trasporto pubblico -bus e tram – (efficientissimo)é gratis per gli studenti. Naturalmente si può andare anche in bici, se ne trovano di seconda mano a partire da 25 € circa, e poi una volta che si riparte é facile trovare qualcuno a cui rivenderla. E’ una cittá molto attiva culturalmente, ogni fine settimana c’è qualcosa da fare (parade, spettacoli teatrali, musicali, feste organizzate dalle associazioni studentesche..).La palestra del Campus ad Hubland offre di tutto, l’abbonamento era di 30 euro mensili nel 2010; inoltre, per chi ama viaggiare, é ben collegata con Stuttgart, München, Nurnberg, Heidelberg

Aspetti negativi invece…

La gente é molto pratica e poco formale, delle volte troppo pratica e per niente formale!

Il clima non é dei migliori, abbastanza piovoso..ma ci si abitua.

Un messaggio finale…

La mia esperienza é stata strapositiva, non ho avuto grandi difficoltà ad ambientarmi e ad apprezzare quello che mi offriva la cittá e l’esperienza dell’Erasmus in sé.

 

Come raggiungere : io ho preso l’aereo per Frankfurt Hahn con Ryanair, poi il bus per Frankfurt Hauptbahnhof (la stazione dei treni)(12 euro), il treno per Würzburg (sui 30 euro con il regionale).

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *