Macerata, incontro all’Università con Tara Gandhi, nipote del Mahatma

L’Università di Macerata si prepara ad accogliere Tara Gandhi Bhattacharjee, nipote del Mahatma Gandhi, che lunedì 28 maggio alle 11 in Aula Magna, terrà una conferenza su “L’India ieri e oggi: che cosa rimane del pensiero di Gandhi“. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra l’Ateneo e l’Istao, due centrali culturali che operano sul territorio.

Tara Gandhi Bhattacharjee nasce a Nuova Delhi il 24 aprile 1934 da Devadas Gandhi, il figlio minore del Mahatma.
Dopo la laurea con lode conseguita in letteratura inglese presso la Miranda House University di Delhi, ottiene un diploma come progettista di interni. Coltiva nel frattempo anche altre passioni come la musica: suona il sitar, lo strumento a corde classico dell’India. Si sposa con Jyoti Prasad Battacharjee, direttore del “Food and Agriculture Organisation” (FAO) delle Nazioni Unite, dal quale ha una figlia, Sukanya Bharatram. Tara Gandhi si dedica all’insegnamento ai bambini poveri Hindi (la lingua nazionale indiana) e si impegna a promuovere la cultura indiana e il messaggio gandhiano nel mondo.

Oggi Tara è Vice-Presidente del Kasturba Gandhi National Memorial Trust, centro fondato nel 1945 dal Mahatma e intitolato a sua moglie Kasturba, per aiutare le donne e i bambini più poveri.

Il progetto “Gandhi a Indore”, promosso da Tara Gandhi nel mondo, vuole creare strutture di accoglienza e assistenza sanitaria, per dare la possibilità alle donne di ricevere una preparazione professionale e ai bambini di accedere all’istruzione. Il centro di Indore è il più importante dell’India e gli aiuti vengono dati senza distinzione di razza e di casta.

Da anni Tara è, inoltre, l’interprete attiva del messaggio del nonno paterno. Un messaggio sempre attualissimo basato sul principio della non-violenza.

Fonte: Unimc

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *