Vietata la manifestazione razzista di Forza Nuova: i fatti.

Sabato 6 Ottobre Forza Nuova avrebbe dovuto sfilare in corteo a Macerata, per manifestare contro immigrati e violenza sociale, richiamando un’associazione (quella straniero-violenza) comunemente e inappropriatamente utilizzata da superficiali organi d’informazione. I forzanovisti avevano previsto un corteo da Piazza della Vittoria sino a P.zza Cesare Battisti per Sabato 6 ottobre alle ore 17.00, attraversando le principali vie del centro storico. La grande mobilitazione del mondo associativo cittadino ha portato a stretto giro alla convocazione di un presidio antifascista in contemporanea presso Piazza Annessione.

È tuttavia di pochi minuti fa la notizia che la Questura ha vietato, per questioni di sicurezza, di svolgere il corteo. Ma andiamo con ordine, e ricostruiamo i fatti:

Tommaso Golini, coordinatore provinciale di Forza Nuova dichiarava, invitando alla manifestazione: “Le istituzioni continuano a dipingere la nostra provincia come isola felice della sicurezza e dell’integrazione multiculturale. I bollettini di guerra che quotidianamente arrivano dalle cronache locali ci parlano invece di una realtà dove furti, rapine, stupri e spaccio di droga stanno minando la sicurezza dei cittadini, di un colpevole silenzio della politica e di un connubio chiarissimo tra immigrazione e criminalità”.

Da qui, la reazione del presidio antifascista di Macerata composto da una miriade di associazioni, che risponde al protagonismo mediatico di una realtà pronta a cavalcare l’ondata securitaria che anche i giornali del nostro territorio hanno, con enorme pressappochismo, sollevato. Di seguito, come sopra, le parole espresse in un comunicato stampa:
“Sabato 6 ottobre è stata annunciata una manifestazione di Forza Nuova. Forza Nuova è una formazione che si richiama all’ideologia fascista e xenofoba, contraria ai principi sanciti dalla nostra Costituzione. La manifestazione è stata indetta strumentalizzando quanto accaduto di recente a Montelupone, dove due anziani sono rimasti vittime di un terribile fatto di sangue. Esprimiamo cordoglio e vicinanza alle famiglie delle vittime. Riteniamo intollerabile che neofascisti speculino su un fatto di cronaca per tentare di giustificare l’insostenibile equazione fra immigrazione e criminalità e alimentare così pregiudizi di matrice razzista. Macerata è una città aperta e solidale, dove numerose realtà e associazioni operano quotidianamente sul terreno dell’accoglienza e dell’integrazione, dove nessuna forma di intolleranza e discriminazione può trovare cittadinanza. Macerata è una città antifascista, che non ammette alcuno spazio di agibilità né a Forza nuova, né a nessun altra formazione di stampo nazifascista.
A Forza Nuova non può essere concessa nessuna possibilità di manifestare. Lo facciamo presente alle istituzioni, alle pubbliche autorità, chiamate, nella loro funzione, al rispetto dei valori della nostra Costituzione nata dalla Resistenza. Facciamo appello a tutte le forze sociali e democratiche per riaffermare una Macerata antifascista e antirazzista e lanciamo fin da ora un appuntamento di mobilitazione per sabato 6 ottobre alle ore 15,30 in Piazza Annessione”.

Ragioni di ordine pubblico, oltre all’esplicito intervento del sindaco di Macerata Romani Carancini, hanno imposto il divieto alla manifestazione di Forza Nuova, che non prevedeva comunque elevato numero di partecipanti.

Questa è la cronaca, tramite la voce dei protagonisti. Nei prossimi giorni analisi e elaborazioni ci consentiranno di approfondire il tema e mettere a fuoco i limiti di un’informazione superficiale e bulimica di cronaca nera [1]; inoltre, apriamo la discussione sul senso della democrazia e della libertà d’espressione.
.
[1] Riportiamo solo un paio di articoli che raccontano del duplice omicidio e della discussione che ne è seguita: http://www.cronachemaceratesi.it/2012/10/01/duplice-omidicio-di-montelupone-fermati-i-presunti-assassin/242455/
e http://www.cronachemaceratesi.it/2012/10/05/la-questura-vieta-il-corteo-forza-nuova-e-una-censura-stalinista/243918/

Comments

comments

Un pensiero su “Vietata la manifestazione razzista di Forza Nuova: i fatti.

  1. Concordo in particolare sull’associazione stereotipata e funzionale ad un clima della tensione tra criminali e immigrati, indirizzata soprattutto a menti poco esperte ma dannosa per chiunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *