Le nuove fucine per creare idee: Eppela e il Crowdfunding

Il sogno di ogni creativo è vedere le proprie idee superare tutti gli ostacoli che le separano dal traguardo. Ma dal sogno alla realtà  spesso il salto è troppo lungo. Arte, tecnologia, cinema, design, musica, fumetto, innovazione sociale, scrittura, moda, no profit: Eppela è il nuovo progetto di crowdfunding, un sistema che ti permette di condividere le tue idee on line e raccogliere fondi per la loro realizzazione.

Il crowdfunding? Ma che parola è?? Non facciamoci spaventare, è molto meno pauroso di quanto possa sembrare. In breve, è il processo di finanziamento collaborativo tramite cui tante persone ripongono la propria fiducia versando somme di denaro, piccole o grandi per supportare progetti, iniziative o start-up. Difatti Crowd sta per “folla”, mentre Funding sta per “finanziamento”, quindi: Finanziamento della folla. Il metodo è nuovo, innovativo, per certi versi spaventoso e spaventevole ma sicuramente di una genialità forse banale, ma che pochi finora avevano pensato di realizzare veramente.

Eppela è una vetrina che ha un solo obiettivo: far incontrare a ciascun creativo il suo pubblico, per contribuire insieme alla nascita di progetti innovativi. Il funzionamento è semplice e completamente gratuito. Crea un progetto, fissa il budget minimo per realizzarlo e una data di scadenza entro cui raccoglierlo. Poi sottoponilo alla community di Eppela e diffondi la notizia proponendo uno scambio, un sostegno economico in cambio di una ricompensa, un pezzetto dell’idea da tenere con sé: un oggetto, un’emozione, un biglietto, un libro, un abito, un CD, un quadro, un DVD, un invito, un posto in prima fila.

A quel punto, sta al pubblico valutare, scegliere, diffondere. Eppela ti aiuta a trovare il progetto che stavi cercando ma che (ancora per poco!) non esiste. Dunque un qualcosa di veramente innovativo, che se ci pensiamo bene, tutti abbiamo pensato di creare prima o poi, ma che in pratica nessuno ha mai messo all’atto pratico. Fino ad oggi. Son sicuro che in tanti almeno una volta abbiamo detto: “cavolo ma se questo progettino lo facessimo in rete? Se lo condividessimo in tanti?? Sicuramente riuscirebbe meglio!” Ora l’opportunità esiste, è tangibile è lì che ci aspetta. Soprattutto per noi giovani, studenti, lavoratori, dottorandi, o quant’altro, si apre un periodo dove la collaborazione sarà sempre più dominante in questa società, che ci ha costretti ad essere come essa voleva e non come noi vorremmo essere. E’ giunto il momento di prendere in mano le redini della nostra carrozza e andare lontano, lontano, lontano.

Ovviamente è richiesta la registrazione, ogni utente ha il suo account, attraverso il quale può attivare nuovi progetti o solo guardare, per poi agire. Una volta all’interno del sito non è difficile trovare lo spazio per proporre idee e progetti: una nuova opportunità sociale, divertente e gratuita come dice lo stesso sito. E se in questo momento storico, in cui per noi giovani trovare uno spazio per imporci è praticamente un’utopia, l’unica soluzione rimane l’ingegno e la coesione.

Per questo vi cito in conclusione una frase  di uno scrittore dell’800, Ugo Ojetti, che a me ha molto colpito: “La giovinezza sta nel provare ogni giorno le proprie idee e passioni contro la realtà, per vedere se tagliano.

Il 27 ottobre scorso si è svolta a Roma “CrowdFuture”, la prima conferenza italiana sull’apporto e il ruolo del Crowdfunding. Un evento che ha visto una partecipazione molto superiore alle aspettative: tante persone, tante storie, tanta voglia di cambiare e innovare e di farlo tutti insieme collaborando. Un giorno all’insegna dello spirito alla base del crowdfunding insomma.

Trovate i video dell’evento completi e divisi in capitoli sulla home page del sito web.

Inoltre potete visualizzare e scaricare le slides di tutti gli interventi e di alcuni workshop su slideshare.

Comments

comments

Un pensiero su “Le nuove fucine per creare idee: Eppela e il Crowdfunding

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *