Anche l’ANPI-Macerata aderisce alla campagna di solidarietà per la Palestina

Comunicato stampa dell’ANPI (sezione di Macerata) in merito alla campagna di solidarietà per il popolo palestinese.

ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D’ITALIA

Comitato Provinciale di Macerata

Al Sindaco del Comune di Macerata

Al Presidrente della Provincia di Macerata

Al Comitato per i diritti del popolo palestinese

e.p.c. agli organi di stampa

Con le parole di Carlo Smuraglia Presidente nazionale dell’ANPI

“Si levi un grido da tutto il mondo per far cessare questo orrore”.

“Ancora una volta si incendiano i rapporti tra Palestina e Israele. Cercare le ragioni di questa improvvisa recrudescenza è davvero un compito improbo. Di fatto, la situazione di un’intera popolazione (oltre due milioni) che vive praticamente reclusa in una sorta di recinto, è improponibile, considerando che si tratta di un popolo che ha diritto ad un suo territorio e alla pace. Che le risposte ad una situazione insostenibile non siano sempre controllabili, è, purtroppo, il frutto amaro di una situazione assolutamente inconcepibile. Quanto alle iniziative del Paese più potente, che dispone di strumenti e armi da guerra sofisticate, è drammatico il fatto che ancora una volta a pagare siano i civili e soprattutto i bambini, al seguito di una “reazione” che non esito a definire quantomeno sproporzionata”.

L’ANPI ritiene indispensabile l’impegno dell’Europa e dell’Onu perché si riesca a trovare la via per garantire, la pace e il diritto ad una propria terra, a ciascuno dei popoli, che sono destinati comunque a vivere vicini (se non addirittura a convivere). E’ necessario che i diritti del popolo palestinese che da tempo ne è sostanzialmente privato vengano finalmente riconosciuti e realizzati in concreto. Non è con le armi che si troverà la strada della convivenza e della giustizia, ma solo con intese ed accordi che rendano giustizia ai diritti di tutti e non soltanto alle ragioni del più forte.

“In ogni caso il dramma della morte dei civili, delle famiglie inermi e soprattutto dei bambini deve cessare immediatamente. Si levi un grido da tutto il mondo per far cessare questo orrore, che muove a indignazione chiunque abbia un minimo senso di umanità”.

Con la Tavola della Pace e le altre Associazioni firmatarie diciamo che è necessario fermare le armi, chiedere al Consiglio, alla Commissione e al Parlamento Europeo di agire immediatamente, riconoscere alla Palestina lo status di osservatore all’Onu, smettere di vendere armi a Israele e in Medio Oriente e chiedendo all’Europa di fare altrettanto.

Che “è anche necessario andare alla radice del problema, mettere fine all’occupazione militare e risolvere il conflitto tra questi due popoli. Non ci possiamo più permettere che continui così. E’ troppo destabilizzante. Il conflitto è sulla terra. A entrambi i popoli deve essere riconosciuto il diritto di vivere in pace su quella terra con gli stessi diritti, la stessa dignità e la stessa sicurezza. La formula è “due stati per due popoli”. E deve essere realizzata ora. Anche a costo di un’inedita e creativa “imposizione” internazionale. E’ l’ultima possibilità. Non ci conviene più aspettare.

Facciamo nostra la richiesta del “Comitato per i diritti del popolo palestinese” al Comune di Macerata di esprimere la propria posizione a favore di una risoluzione pacifica del conflitto che riconosca il diritto del popolo palestinese all’autodeterminazione, impegnandosi ad esporre dalla Sala del Consiglio Comunale una scritta che testimoni la solidarietà della cittadinanza maceratese.

Lorenzo Marconi

Anpi Comitato provinciale Macerata

Lucrezia Boari

Anpi Sezione di Macerata

Via Verdi 10/a – Macerata Telefono e fax 0733237138 Sito internet www.anpimacerata.it – e-mail info@anpimacerata.it Codice fiscale 93012180431

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *