Collettiva fotografica a Macerata: Antichi Forni, 5 -13 gennaio 2013

Si apprende dal blog della Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Macerata che in questi giorni è diffuso l’invito a partecipare alla mostra “colletiva fotografica d’arte” che la nostra Redazione con molto interesse condivide e invita i lettori a farci un salto.

Si svolgerà a ridosso delle prossime Festività, e precisamente dal 5 gennaio al 13 gennaio 2013, con inaugurazione sabato 5 gennaio alle ore 10,00, la Collettiva d’arte fotografica, pittorica-bozzettistica, di restauro e scultura, allestita a cura di Corrado Luberti, artista fotografico già noto per precedenti esposizioni in Città, a Macerata presso la Galleria Degli Antichi Forni, nelle vicinanze dell’Università, con il patrocinio del Comune di Macerata e la collaborazione dell’Associazione Umana Dimora Marche.  In particolare Macerata con il suo territorio, ma anche le Marche, e inoltre varie Regioni del Centro Italia, hanno costituito motivo di ispirazione nell’arte fotografica di Corrado Luberti, fino all’esposizione “I vicoli raccontano: Macerata e i suoi  Comuni”, concentrata in particolare su quindici Comuni maceratesi. “Una passione emersa negli anni ’90, a seguito della partecipazione ad un concorso fotografico avente a tema Cingoli;  da qui  il successivo contributo a vari altri eventi locali, fin, nel 2004, alla realizzazione della prima vera mostra personale sui vicoli, soggetto veramente ‘difficile’ da riprendere”; così Corrado Luberti ha “immortalato” le sue esplorazioni, “ispirato nelle sue escursioni iniziali da materiale e documentazioni di borghi medievali del centro Italia”, senza alcun ricorso a filtri o “trucchi” fotografici, soltanto cercando di cogliere la luce ed il momento della giornata più idonei e lavorando unicamente con il tempo ed il diaframma. E’ questa la sua sfida nel valorizzare quello che ritiene “il cuore pulsante della vita passata e presente”, come egli definisce il vicolo in un’espressione nel proprio sito: riprese naturali, senza modifiche alle immagini, che lo hanno portato, di recente,  a spingersi sino alla tela. Così si racconta Corrado Luberti, anticipando che alla collettiva presenterà inoltre altri soggetti, in bianco e nero, nuova espressione della sua creatività fotografica. E ricordando, soprattutto, che si tratta di una collettiva, alla quale prenderanno parte altri sei artisti, ognuno autodidatta nelle proprie passioni, con opere scultoree, pittoriche, fotografiche: Piero Vita, amante del restauro e scultore “della Natura” (per il suo invito  a percepire e valorizzare le opere scultoree, uniche, “naturalmente” presenti nella Natura); la fotografa Manola Polita; il pittore Giulio Luberti; lo scultore e pittore Paolo Ranieri; la pittrice Pamela Aquili; il disegnista e bozzettista Daniel Angelo Bravi.  “E’ su tale punto di partenza comune, la genuinità derivante dall’essere ‘autodidatti’, che ha tratto ispirazione la collettiva, muovendo ‘al contrario’ da una citazione del famosoTotò…”: attraverso questa curiosità, un ulteriore dettaglio di Corrado Luberti sull’evento di prossimo inizio, e il consiglio, a Tutti, di coltivare le predisposizioni naturalmente presenti in ognuno di noi.

Immagine dal sito www.webalice.it/luberti/, previa autorizzazione di Corrado Luberti (foto selezionata, tra innumerevoli, con la collaborazione di Fioretta Peroni)

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *