Progetto Terna sull’Elettrodotto, anche il comitato Fiastrella si oppone

Comitato per la tutela Ambientale dell’Alta Fiastrella

Il Comitato per la tutela Ambientale dell’alta Fiastrella partecipa all’iniziativa in coordinamento con altri Comitati della regione Marche che aderiscono ai Comitati in rete, per quanto riguarda il progetto di Terna spa che prevede un nuovo elettrodotto da Fano a Teramo che andrebbe ad attraversare tutta la media collina marchigiana. I Comitati chiedono che, nel progetto, vengano rispettati i diritti dei cittadini: diritto alla Salute, diritto alla proprietà, diritto d’impresa ma innanzi tutto la ditta proponente ci deve dimostrare, con la dovuta documentazione, se veramente questo nuovo elettrodotto serve alla regione Marche, se nella costruzione dell’impianto si useranno le migliori tecnologie e chiediamo di prevedere in ogni caso i danni ai terzi compresa la diminuzione di introiti per tutte quelle aziende che hanno investito traendo vantaggio da un paesaggio poco antropizzato..Proprio in questa direzione il Comitato per la tutela Ambientale dell’Alta Fiastrella si attiva nella raccolta delle deleghe per tutti quei cittadini che rientrano nel corridoio approvato dalla regione Marche e che ritengono di subire un danno alla proprietà e all’impresa dall’invadenza di questo nuovo progetto. Siamo fiduciosi che l’unione dei vari Comitati e dei cittadini che hanno uno stesso modo di affrontare la questione potrà avere successo, come già avvenuto nella Val Cesano turbo gas, Pergola Cagli e Urbania maxi eolico e come sta avvenendo a San Benedetto del Tronto e S. Epidio a mare sullo stoccaggio gas, questo a vantaggio di tutti i cittadini coinvolti loro malgrado e del nostro paesaggio tanto declamato in pubblicità varie. Archeri Barbara Presidente del Comitato per la tutela Ambientale dell’Alta Fiastrella

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *