Scuola di pace e scuola di politica nelle Marche.

Riportiamo un doppio differente appuntamento: con la Scuola della politica e Scuola di Pace, rispettivamente a Fermo e Senigallia. Due appuntamenti importanti per confrontarsi, dibattere e apprendere in un ottica critica.

 

Il Corso generale della Scuola di Pace di Senigallia prosegue con l’incontro di VENERDI 22 FEBBRAIO presso l’Auditorium San Rocco ore 21.00. Incontreremo Vittorio Bellavite, coordinatore nazionale di NOI SIAMO CHIESA, e Vittorio Mencucci, già presidente della Scuola di pace, parroco della Chiesa di San Giovanni Battista di Scapezzano di Senigallia, docente di Filosofia, autore del testo “Ma liberaci dal…sacro”. NOI SIAMO CHIESA è la sezione italiana del movimento cattolico progressista INTERNATIONAL MOVEMENT WE ARE CHURCH,fondato nel novembre 1996 a seguito di una raccolta di firme per chiedere il rinnovamento ecclesiale della Chiesa cattolica alla luce dello spirito rinnovatore del Concilio VATICANO II. Il momento di ascolto e di riflessione che faremo insieme il 22 febbraio sul tema “Tra ripresa di senso e secolarizzazione” risponde all’esigenza di progettare il nostro cammino nella storia, di donne e uomini che si interrogano sul vivere e sull’agire.

—–

A cavallo tra due dei tre momenti laboratoriali (si è svolto sabato scorso il seminario sulle nuove povertà a cura dell’Ufficio Pastorale Problemi Sociali e del Lavoro e si svolgerà venerdì 1 marzo l’incontro con la Coos Marche), sabato 23 arriva l’ultima lectio del ciclo 2013 della Scuola di Politica del Centro San Rocco – Fermo.
Si torna nella sede del Centro, in Piazza del Popolo, dove, dalle ore 17.00, Mauro Bozzetti, docente di Filosofia preso l’Università di Urbino affronterà il tema “Misura, sobrietà, povertà: nuovi stili di vita”.
Mauro Bozzetti insegna Filosofia Teoretica presso la Facoltà di Scienze della Formazione ed Estetica presso il corso di laurea in Design e discipline della moda dell’Università degli Studi “Carlo Bo” di Urbino. Membro della redazione della rivista “Hermeneutica” e del comitato scientifico del Centro di Morfologia “Francesco Moiso” con sede a Udine, nonché Direttore del Master in Grafologia dell’Università di Urbino, la sua attività di ricerca ha riguardato prevalentemente lo studio dell’idealismo tedesco e l’approfondimento delle tematiche sviluppate dagli studiosi della Scuola di Francoforte. A tal proposito ha scritto: Introduzione a Hoelderlin, Laterza, Roma-Bari 2004, Conflitto estetico, Hoelderlin, Hegel e il problema del linguaggio, Il Melangolo, Genova, Alchimie del possibile, Saggi di ermeneutica dell’idealismo, QuattroVenti, Urbino 2006, Pensare con stile, La Suola, Brescia 2011.
Tra i suoi interessi spicca però quello per i temi dei nuovi stili di vita e per le questioni ambientali, all’interno di quell’orizzonte inaugurato dal filosofo francese Serge Latouche che ha preso il nome di “decrescita felice”. Su questo tema interverrà al Centro San Rocco, offrendo così una secondo paradigma di superamento dalla crisi dopo quello keynesiano proposto da Alberto Berrini.
L’incontro è aperto a tutti.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *