La Plip: Centrale dell’Altra Economia

Quante volte ci capita di far parte di varie associazioni, senza però spesso conoscerne i protagonisti?A me capita spesso, ma è quando invece ti lasci andare e ti confronti, che scopri nuovi mondi. Allora sarà lui/lei a dirti: Vienimi a trovare, ti faccio conoscere il mio mondo. Ecco questo mi è successo lo scorso fine settimana, a Venezia, Mestre per la precisione. Con un mio amico siamo andati a trovare un responsabile delle Acli Nazionali, associazione della quale facciamo parte per la Regione Marche e unendo l’utile al dilettevole, abbiamo fatto una bellissima scoperta: esiste un locale unico, incredibile per genialità e intelligenza. Il suo nome è La Plip: la centrale dell’Altra Economia. Cos’è?Era una ex Centrale del Latte, ristrutturata, liberata e diventata un centro di cultura a 360°.  Pensatela  con un ingresso da Cinema o Teatro con rampe di scale e un tappeto rosso ad attendervi. Al suo interno uno stanzone enorme diviso in due lati, dove su di uno si mangia e si possono provare ogni volta piatti genuini, naturali e prodotti da produttori locali e controllati al 100%, mentre dall’altro la possibilità di organizzare attività di ogni genere.: eventi culturali, sperimentazioni imprenditoriali, progetti di ricerca, percorsi educativi e di promozione sociale, attività ricreative. È un punto di raccolta degli attori dell’economia solidale locale, e il riferimento veneziano per le reti di economia solidale italiane e internazionali. Ma in pratica cosa offre?

  1. Ampia scelta di menù eno-gastronomici, tutti realizzati con ingredienti provenienti dal commercio equo, dall’economia sociale, dai fornitori locali dei Gruppi d’Acquisto Solidale. Ovunque possibile le materie prime sono biologiche e a kilometro zero, e sono preparate secondo  procedimenti semplici e sani.   Tra le cose che ti offre l’Osteria Bio-Solidale, c’è anche l’acqua: un bene comune non si paga.

2.   Barat-tempo: una genialità innovativa che non ha eguali. Ognuno mette a disposizione il proprio tempo disponibile con l’attività che può prestare , iscrivendosi su di un’apposito registro con i proprio dati e questo tempo viene immagazzinato in una Banca virtuale. Dopodichè, chi vuol ricevere  una prestazione precisa, consulta il registro e avviene lo scambio-baratto. L’Iscritto esegue la prestazione donando il proprio tempo e si aspetta di riceverne un’altra di conseguenza quando ne ha bisogno. Più condiviso di così?

3.Da Libro Nasce Libro:  in pratica è una collaborazione tra enti, che ha una durata temporanea,in cui i fruitori della Bio-Osteria, possono acquistare a prezzi ridotti, i libri che lo stesso locale ha a disposizione nei suoi spazi. I libri in questione, sono donati alla biblioteca pubblica di Mestre da privati cittadini, e girati poi alla Plip nell’ambito del progetto stesso. Col ricavato, la Biblioteca Comunale acquisterà libri in varie lingue, aumentando così il patrimonio librario della struttura, visto anche l’aumento di cittadini stranieri nei nostri territori. Insomma da Libro nasce Libro, che dire, Chapeau!

4.Sala Congressi: La Plip è anche adibita tramite una grande struttura polifunzionale, ad ospitare convegni, congressi, workshop, spettacoli e quant’altro. 600 mq di spazio, in cui ogni volta, vengono offerti alla cittadinanza, ogni tipologia di eventi.Sala Congressi: La Plip è anche adibita tramite una grande struttura polifunzionale, ad ospitare convegni, congressi, workshop, spettacoli e quant’altro. 600 mq di spazio, in cui ogni volta, vengono offerti alla cittadinanza, ogni tipologia di eventi.

Un’iniziativa che mi preme sottolineare in ultimo, per far capire ancor meglio lo spessore e il taglio di questa “novità”, è il festivaLegalità 2013.

Incontri, laboratori, workshops, e spettacoli con testimoni privilegiati, narratori, protagonisti della lotta alle mafie in Italia. Per tre giorni, ospiti illustri incontrano studenti, istituzioni, terzo settore, categorie produttive e tutti i corpi sociali che vorranno riflettere sul tema della Legalità, per stimolare la mente e mettere in moto il corpo. L’evento è appena passato e gli esiti sono consultabili sul sito http://www.centraleplip.it/

Insomma una buona occasione per uscire dalla provincia e prendere appunti, in modo Equo e Solidale ovviamente.

 

 

Comments

comments

2 pensieri su “La Plip: Centrale dell’Altra Economia

    1. Grazie a te Tommaso per il commento e per le frasi che ci hai scritto. Il nostro è un Web Magazine in forte crescita, dove molti ragazzi collaborano per fornire un servizio sul territorio sempre più radicato e innovativo.
      Grazie anche per l’ottima scelta di inserirci tra i preferiti. A presto.
      Marco Squarcia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *