D.O.C: Documentari di Origine Controllata – dal 16 al 18 maggio a Macerata per l’Unifestival

Ecosostenibilità, alimentazione, decrescita ed economia alternativa saranno le tematiche  al
centro del docuforum “D.O.C.:Documentari di Origine Controllata”, manifestazione che,nell’ambito della terza edizione dell’Unifestival, festival degli studenti universitari che si
svolgerà a Macerata dal 15 al 18 maggio, vedrà protagonista Via Libera MC, associazione giovanile e web magazine d’informazione e approfondimento attiva nel maceratese.

D.O.C. sarà un ciclo di dialoghi e condivisione di esperienze tra il pubblico e personalità del settore, a partire dalla visione comune di un film, con l’ambizioso intento di gettare un seme verso una nuova concezione dell’economia che non sia solo Pil e finanza, ma soprattutto uno
strumento per creare benessere e vantaggi reali per gli uomini e per i territori.

Si inizierà giovedì 16 maggio con la proiezione di “Terra Madre”, celebre documentario di Ermanno Olmi che mette l’accento sulla possibilità di un sviluppare diverso rapporto con la terra, difendendo l’agricoltura, la pesca e l’allevamento sostenibili, per preservare il gusto e la biodiversità del cibo. Seguiranno un dibattito con Fabio Pierantoni e Antonio Attorre, rispettivamente Fiduciario della Condotta e Presidente di Slow Food Marche. L’incontro è stato realizzato grazie alla collaborazione di Slow Food Corridonia, ed è parte degli eventi dell’edizione
2013 dello “Slow Food Day”.

Venerdì 17 sarà invece la volta di “Inside Job”, documentario d’inchiesta scritto e diretto da Charles Ferguson che  affronta il tema della crisi economico-finanziaria negli Stati Uniti. In un mondo che va franando, un film intelligente che ha parlato prima degli altri delle dinamiche perverse dell’economia capitalistica e del suo sviluppo finanziario, sottolineando che qualunque meccanismo sistemico si regge sempre sulle singole azioni degli uomini. Seguirà un dibattito con Stefano Perri, docente ed esperto di economia.

Il docuforum si chiuderà sabato 18 maggio con la proiezione de “L’Economia della Felicità” di Helena Norberg-Hodge. A partire dalle vicende di una comunità indiana, il film realizza un atto di denuncia all’economia della globalizzazione, diventata ormai insostenibile per il pianeta e per le persone, e prova a delineare, intervistando personaggi di spicco come Vandana Shiva, un’altra strada possibile verso una prospettiva (e una pratica) economica che riporti al centro le persone e il bene comune, che sia più rispettosa dell’ambiente e che superi l’illusione della crescita a
tutti i costi. A seguire, l’intervento di Katya Mastantuono, Presidente della Rete di Economia Etica e Solidale delle Marche, e diBruno Amoroso,  professore emerito di economia internazionale
presso l’Università di Roskilde (Danimarca) e parte attiva di varie organizzazioni e gruppi impegnati nella promozione di un’economia più umana e volta al bene comune , oltre che promotore della campagna “Banning Poverty – dichiariamo illegale la povertà”.

Concluderà gli appuntamenti del 16 e del 18 un buffet a base di prodotti ecosostenibili e a “km. 0” realizzato con la collaborazione di Slow Food Corridonia, Osteria Beati Paoli, Fontegranne, SIGI,
Colli Ripani.

Tutti gli incontri, ad ingresso libero e moderati da Alessandro Colella (redattore di Via Libera MC), avranno inizio alle 18:00 e si terranno a Macerata nei locali dell’Università in Via Don Minzoni, 5 (Aula 5).

Comments

comments

Un pensiero su “D.O.C: Documentari di Origine Controllata – dal 16 al 18 maggio a Macerata per l’Unifestival

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *