“Fate presto”: lettera al sindaco Carancini dal centro storico

Al Sindaco del Comune di Macerata
Romano Carancini

AGGIORNAMENTI SULLE INIZIATIVE PER IL CENTRO STORICO

Egregio Signor Sindaco,
a distanza di quasi due mesi dal Consiglio Comunale aperto sul centro storico, mancano ancora il confronto e i provvedimenti che abbiamo sperato sarebbero scaturiti dal dibattito e dalle proposte che questo Coordinamento ha presentato.
Vogliamo sperare che la presentazione del bilancio di previsione 2013 possa essere l’occasione per dimostrare l’impegno dell’Amministrazione da lei guidata a favore del rilancio del centro storico, con l’inserimento di poste specificamente dedicate a questo scopo.
Le ricordiamo alcune proposte contenute nel Patto di cittadinanza per il centro storico che riteniamo particolarmente urgenti e meritevoli di attenzione. Si tratta di alcune misure che richiedono un impegno finanziario da parte dell’Ente, mentre per altre sarebbe sufficiente un impegno specifico dell’Amministrazione, assessori e uffici.
• Incentivi fiscali: questo Coordinamento ha già indicato possibili modalità pratiche per incentivare tramite la leva fiscale le ristrutturazioni e quindi la residenza in centro. L’introduzione della TARES può essere ulteriore occasione per individuare meccanismi di agevolazione per chi ci vive o lavora.
• È urgente il censimento degli immobili pubblici non utilizzati per consentire a questo patrimonio di essere fruttuoso e utile per la città; allo stesso tempo l’Amministrazione dovrebbe promuovere un confronto con i proprietari degli immobili privati sfitti, eventualmente tramite soggetti professionalmente competenti, per incentivare l’incontro tra domanda e offerta di locali sia per la residenza che per il commercio.
• L’arredo urbano del centro è una priorità, che richiede risorse appositamente dedicate. Una città accogliente può partire dalla gestione dei bagni pubblici e con la sistemazione a verde di determinate aree. A questo proposito ci preme sottolineare come nessun passo sia stato ancora fatto nei confronti dell’Università affinché questa provveda a rendere fruibile per i cittadini l’ex orto delle clarisse in Via Illuminati.
• Un particolare impegno va indirizzato alla riorganizzazione dei mercati, da quello del sabato a quello delle erbe in Via Armaroli, per il loro rilancio a favore di tutto il centro storico.
• Per l’avvio di un sistema integrato di mobilità alternativa all’ingresso delle auto in centro è indispensabile un confronto con e tra i gestori dei parcheggi.

L’imminenza della pausa estiva ci spinge a sollecitare l’impegno dell’Amministrazione a non perdere tempo prezioso, affinché si possa giungere quanto meno al prossimo autunno con un programma di interventi condivisi e fattibili.
A questo proposito, per illustrare ancora le nostre proposte e conoscere lo stato dell’arte delle azioni in corso, chiediamo un incontro urgente tra i nostri rappresentanti e i competenti assessori dell’Amministrazione.

Macerata, 11 luglio 2013

Coordinamento delle associazioni per il centro storico

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *