… E la chiamano Pace! Festa cittadina di Sel Macerata

Giovedì 12 e venerdì 13 settembre si discute di crisi economica, dei diritti dei lavoratori, della situazione in Siria e del golpe in Cile, a 40 anni dall’assassinio di Salvador Allende

Sono molti gli appuntamenti interessanti della festa. Giovedì 12  alle 18:15 si comincia con Angelo Ferracuti autore del libro “Il costo della vita”, per un  dibattito su lavoro e crisi economica, coordinato dall’avvocata Paola Medori (SEL Macerata) e al quale parteciperà anche  Aldo Benfatto, segretario provinciale CGIL.

Alle 19:30 Annalisa Cegna (Direttrice dell’ ISREC Macerata) e Gennaro Carotenuto (Ricercatore in Storia Contemporanea, Unimc) ricorderanno la figura di Salvador Allende, a quarant’anni dal golpe che portò Augusto Pinochet al potere.

Infine, a chiudere la prima serata, ci sarà alle 21:15, l’onorevole Giulio Marcon, autore di “Sbilanciamo l’economia. Una via d’uscita dalla crisi.”, per discutere di alcune proposte per uscire dalla crisi. Michele Verolo (SEL Macerata) introdurrà e coordinerà il dibattito.

Una due giorni pensata per legare le questioni locali con quelle nazionali, e non solo. Si dibatterà dello stato di salute di Macerata, in un momento in cui c’è molta carne al fuoco: solo per fare un esempio, corso Matteotti è appena stato pedonalizzato e l’auspicio è che piazza della Libertà possa seguirlo a breve. Sono invitate tutte le associazioni che, ciascuna nel loro ambito, si battono per una Macerata migliore.

La giornata di venerdì 13 si aprirà con una duplice finestra sulla nostra città. Alle 18:00, in un incontro aperto a cittadini, associazioni e comitati, Roberto Acquaroli (segretario SEL Macerata), Stefania Monteverde (Assessora a cultura, scuola e centro storico) e Pierpaolo Tartabini (consigliere comunale) discuteranno di centro storico, cultura, urbanistica ed ambiente: quattro volani per il rilancio di Macerata.

A seguire, in occasione del ventesimo anniversario di Città solidale, Maurizio Verdenelli intervisterà Gian Mario Maulo, sindaco di Macerata dal 1993 al 1997..

La festa si concluderà con un dibattito sulla situazione in Siria e nel medioriente, condotto  da Gennaro Carotenuto che discuterà con Emanuele Giordana, direttore di Lettera 22, già giornalista Radio3mondo).

In entrambe le serate sarà presente uno stand gastronomico, oltre ad alcuni banchetti informativi di alcune associazioni attive in città. Sarà, inoltre, possibile firmare per i referendum della campagna “Cambiamo noi” sostenuti da Sinistra Ecologia Libertà.

Venerdì sera, dopo il dibattito  con Emanuele Giordana, la politica lascerà spazio alla musica di DJ Nooz.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *