Officina Universitaria: “no alla tassazione dei dottorandi!”

Dall’assemblea di Officina Universitaria. Riceviamo e pubblichiamo.

Quest’anno anche i vincitori della borsa di dottorato dovranno pagare le tasse universitarie, che saranno comunque progressive in base al valore dell’ISEE.
Questa misura è stata decisa dall’Università e giustificata con l’impossibilità di reperire fondi per finanziare l’esonero totale degli studenti borsisti.
In assenza di una documentazione chiara ed esauriente, la nostra consigliera in Cda Terry Augello ha deciso di astenersi, riservandosi comunque la possibilità di presentare al più presto una proposta che modifichi la tassazione rendendola ancora più progressiva mediante l’aggiunta di ulteriori scaglioni.
Ci duole constatare come ancora una volta l’Amministrazione di questo Ateneo, con la complicità di una parte della rappresentanza studentesca (Obiettivo Studenti), a fronte di mancanze di fondi abbia preferito ricorrere all’aumento della tassazione piuttosto che affrontare un discorso serio di rivalutazione delle proprie spese.
Dopo lo spostamento della sede di mediazione linguistica, si tratta dell’ennesimo caso in cui sii è arrivati ad una decisione unilaterale senza l’adeguata informazione e partecipazione. Questa decisione pregiudica gli studenti e la qualità della didattica.Davanti alle telecamere si fa un gran parlare di ricerca ed innovazione, ma alla prova dei fatti si penalizzano i ricercatori, molti dei quali studiano nella nostra università senza beneficiare di una borsa di studio.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *