25 Aprile 2014: contro i nuovi fascismi per la solidarietà fra i popoli

Nella primavera di 70 anni fa la nostra Regione viveva uno dei periodi più drammatici della sua storia: il fronte della guerra voluta dal fascismo attraversava le nostre valli, aggiungendo alle ferite di 20 anni di dittatura il suo carico di distruzioni, violenze, stragi. Con l’affacciarsi dell’estate arrivò la Liberazione!

In questo 25 aprile, in cui occorre denunciare l’allarmante rinascita di nazionalismi in tutta Europa e di antiche diffidenze reciproche fra le nazioni, è fondamentale ricordare la fatica e l’asprezza della lotta di operai, contadini, artigiani, studenti, insegnanti e tanta gente comune per la conquista della democrazia in Italia e in Europa. Uomini e donne cresciuti nelle nostre valli si sono uniti nelle nostre montagne insieme ad africani, slavi, americani etc, scoprendosi fratelli grazie alla comune battaglia contro il fascismo. La Resistenza che questi uomini e donne costruirono insieme ha ancora molto da dire al nostro Paese e all’Europa intera, indicando nella solidarietà fra i popoli la strada maestra per l’emancipazione dal bisogno e dalla ignoranza. Un 25 Aprile quindi contro tutte le discriminazioni, per la giustizia sociale, per il lavoro, per la pace.

Sinistra Ecologia Libertà è, e sarà, guida e presidio per le nuove generazioni ormai impegnate nella cura della cosa pubblica: ad esse il compito di non smarrire la preziosa eredità dell’antifascismo, della libertà, della solidarietà, del rispetto della diversità e di cercare nuova forza perché il progetto di emancipazione umana scritto nella Costituzione possa continuare ad esserci guida e monito contro i tentativi di riduzione degli spazi di rappresentanza nascosti dietro la ricerca di una presunta efficacia governativa.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *