Placement a Huelva – Chiara Lorenzetti

di Chiara Sgambetterra

Huelva è un comune spagnolo di 148.918 abitanti, situato nella comunità autonoma dell’Andalusia. È una moderna città industriale e porto dell’Andalusia, a 9 km dall’Oceano Atlantico e a 50 dal Portogallo, fra i fiumi Tinto e Odiel. È un luogo d’incontro, di fusione e interscambio fra Europa e America detto la “porta dell’Atlantico”, e le sue strade sono caratterizzate da edifici decorati con azulejos, tipiche piastrelle di ceramica di colore azzurro, introdotte dagli arabi nel XIII secolo. È una città ricchissima di storia e di cultura: si trova infatti a 13 km  da Palos de la Frontera, paese da dove il 3 agosto 1492 partì Colombo per la scoperta dell’America. Inoltre il suo calendario di festività è fitto di eventi: oltre alla Semana Santa e alla Feria, a marzo si svolge  il Festival de Cine Iberoamericano, e a maggio le tradizionali Cruzes de Mayo, in cui ogni quartiere innalza una croce attorno alla quale si canta e si danza.

Abbiamo raggiunto via Skype la studentessa di lingue Chiara Lorenzetti, che ivi si trova attualmente grazie alla borsa di studio Erasmus Placement, e che ha accettato di rispondere a caldo alle nostre domande.

Cosa ti ha spinto a partecipare a questo progetto di mobilità?

Ho scelto di fare questa esperienza principalmente perché, dopo l’esperienza Erasmus di quattro anni fa, volevo trascorrere un altro periodo all’estero, per migliorare le mie competenze linguistiche. Inoltre volevo mettermi alla prova e vedere come sarebbe stato svolgere un tirocinio in un altro paese.

Come sei arrivata alla scelta di questo tipo di lavoro e in questa città?

Ho scelto il tipo di lavoro e la destinazione tra una serie di possibilità che l’Ufficio Relazioni Internazionali di Macerata offriva. Innanzitutto ho ristretto la scelta alle destinazioni in Inghilterra e in Spagna, scegliendo quindi in base alle lingue che studio. Scelsi come prima destinazione Manchester e come seconda Huelva.

Parlaci del tuo lavoro; la struttura, le mansioni che devi svolgere, hanno soddisfatto le tue aspettative? Come ti ha accolto il personale? È utile per un futuro professionale?

Lavoro come assistente di inglese in una scuola media superiore. In questa scuola portano avanti un progetto bilingue, ossia alcune materie vengono insegnate anche in inglese. Oltre ad accompagnare la professoressa di inglese seguo anche le lezioni di musica, scienze naturali ed educazione fisica. Principalmente aiuto gli alunni, oltre che i professori, a migliorare la pronuncia, ad ampliare il loro vocabolario, in generale a migliorare le loro competenze linguistiche in generale.
Complessivamente  sono soddisfatta delle mansioni che mi hanno affidato, era esattamente quello che intendevo fare. Il personale è stato fin da subito molto gentile con me, mi hanno accolto molto calorosamente e mi ha dato modo di imparare i “segreti” del mestiere.

È stato difficile giungere ad un accordo con questa scuola per poter svolgere il tirocinio?

Per niente. Questa  scuola era già presente nella lista delle strutture che hanno un accordo  con l’Università, quindi la maggior parte dei passaggi burocratici era a carico del  Centro Rapporti Internazionali. La scuola è privata, e il sito è questo http://santoangelhuelva.micolegio.es/ver_seccionFija.aspx?id=2

Parlaci della città: costi, clima, offerta di intrattenimento.

Huelva è una città di media grandezza, quindi ci si può muovere molto facilmente anche senza prendere l’autobus. Il centro città è relativamente piccolo, e tutto è a portata di mano. E’ bel collegata con Siviglia tramite autobus, mentre i collegamenti tramite treno sono piuttosto scadenti.
Il costo della vita è piuttosto basso, il prezzo dell’affitto di una camera oscilla normalmente tra i 140 e 180 euro, e bar, ristoranti e servizi vari sono in generale piuttosto economici.
Il clima è generalmente mite: a volte in inverno c’è molta umidità, data la vicinanza della città al mare, per cui si percepisce maggiormente il freddo, ma normalmente la temperatura non scende al di sotto dei 5-8°. Dalla metà di aprile le temperature aumentano notevolmente, tanto che è già possibile andare al mare. L’offerta di intrattenimento è abbastanza varia: ci sono diversi bar e discoteche, per cui è facile incontrarsi con altri Erasmus.

Un bilancio dell’esperienza in sintesi, ancora a caldo.

Un’ esperienza utilissima, sia per le competenze acquisite nell’ambito lavorativo, sia per le esperienze vissute sul piano personale. Inoltre mi ha permesso di acquisire una conoscenza molto più approfondita di entrambe le lingue che studio, dato che l’inglese e lo spagnolo sono le lingue che uso maggiormente tanto a scuola come nell’ambiente Erasmus.

Un consiglio che ti senti di dare a chi vuole iscriversi a questo progetto.

Di iscriversi senza pensarci due volte: una volta superate le difficoltà di “ambientamento” i primi giorni non vorrete più andarvene! (non a caso ho chiesto anche il prolungamento!)

Come si arriva a Huelva: L’aeroporto più vicino è quello di Siviglia. Una volta arrivati lì si può arrivare a Huelva con il treno, ma i collegamenti sono molto sporadici. Conviene prendere l’autobus, dato che i collegamenti sono molto più frequenti (praticamente uno all’ora) e costa un po’ meno del treno.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *