Erasmus a Poznan – Eleonora Bitocchi

di Silvia Farroni. Eleonora Bitocchi – Poznan Settembre 2012/Aprile 2013. Per la nostra rubrica “via europa” abbiamo oggi intervistato Eleonora Bitocchi, erasmus a Poznan nell’anno accademico 2012/2013. Poznan si trova nella parte occidentale della Polonia, ed è attraversata interamente dal fiume Warta. Con una popolazione di 551.627 abitanti è la quinta più grande di tutta la Polonia.

CIAO ELEONORA! CI VUOI PARLARE DELLA TUA ESPERIENZA ERASMUS IN POLONIA, ESATTAMENTE POZNAN? COME MAI QUESTA META? QUALI LE DIFFICOLTA’ INIZIALI?
Certo che voglio parlarne, anche perchè la vostra intervista di Giuditta per Poznan (qui il link) è stata utilissima per prendere una decisione definitiva circa questa meta!
Dunque… perché proprio Poznan? L’anno precedente misi altre mete ma non venni presa; al bando successivo in molti mi consigliarono la Polonia, peraltro cercavo un posto dove dare molti esami, parlare inglese e alternativo alla Spagna, luogo fortemente gettonato: Poznan era tutto ciò! Più le persone rimanevano perplesse della mia scelta e più ne ero soddisfatta. La concezione della Polonia, in Italia, non è molto positiva, e io volevo vedere con i miei occhi.  L’impatto iniziale (parlo del primo giorno e mezzo) è stato un pò sconvolgente!! Ero davanti ad un’esperienza nuova, non conoscevo niente e nessuno, non sapevo dove avrei dormito, non conoscevo l’università e i corsi ecc.. per cui tutto ciò destava preoccupazione! Per fortuna l’ufficio erasmus e la mentor che ho contattato prima della partenza sono stati davvero di grande ausilio! (la mia mentor era la presidentessa dell’esn, inoltre parlava anche italiano, è stata davvero utile. Mi è venuta a prendere in aeroporto e la prima cosa che ha fatto è quella di farmi bere un cicchetto di vodka!! Con lei mantengo tutt’ora i contatti e ci siamo anche incontrate qui in Italia pochi mesi fa!).

DOVE ALLOGGIAVI?
Inizialmente in un ostello, poi ho cambiato due dormitori perché il primo non mi piaceva essendo sporco e mal tenuto. Nell’ultimo mese e mezzo ho preso casa con colleghi erasmus spagnoli.

MOLTO INTERESSANTE! DUNQUE QUALE DELLE DUE SOLUZIONI TI SENTIRESTI DI CONSIGLIARE?
La soluzione del dormitorio è ottima per l’internazionalizzazione, ma sicuramente la comodità di una casa da condividere con poche e conosciute persone è indiscutibile!
Nel dormitorio spesso, come nel mio caso, si condivide cucina e bagno con tutti, soluzione talvolta inaccettabile; ritengo però che l’esperienza del dormitorio vada fatta.

USCIVI PRINCIPALMENTE CON ERASMUS O STUDENTI DEL POSTO?
Ho frequentato moltissime lezioni, sia con altri erasmus che con studenti polacchi, questo mi ha permesso di stare con tutti!!!Ho fatto corsi di inglese, polacco, spagnolo. Posso dire di aver parlato un po’ tutte le lingue, e questo è stato utile per conoscere tantissime persone!

A PROPOSITO DI CORSI, PARLACI DEL SISTEMA UNIVERSITARIO: ESAMI, PROFESSORI E LEZIONI!
Io avevo una marea di lezioni, i professori con me sono stati sempre molto disponibili e anche i miei compagni ( pensa che il primo giorno mi avevano già fotocopiato un libro senza che lo chiedessi per non farmi rimanere indietro!!).
Non ho fatto grandi esami finali.. durante il semestre ci davano dei lavori scritti o delle presentazioni da fare in classe da soli o in gruppo che venivano valutate, e alla fine la votazione era da 3 (sufficiente, 18 ) a 5 che corrisponde al nostro 30 e lode. Alla fine di ogni unità c’erano talvolta dei test da fare negli esami di lingua. Consiglio la mia facoltà qui a Poznan perché i professori sono molto bravi e quasi tutti madrelingua della materia che insegnano! Anche la facoltà di Giurisprudenza risulta essere molto buona.

PARLIAMO DELLA NOTA DOLENTE: IL CLIMA.
Ecco.. a proposito di clima posso dire che prima non sapevo realmente cosa fosse il freddo, ora lo so! Essendo già stata avvisata in un certo senso ero preparata. Ci sono città più fredde di Poznan dalle quali sono scappata dopo pochi giorni, ad esempio Varsavia! A Poznan siamo arrivati a -20, una settimana di freddo intenso e per il resto.. TANTA NEVE! una volta abituati non si hanno particolari problemi. La neve è proseguita anche a marzo ed aprile.

HAI VIAGGIATO? SE SI DOVE? CI SONO BUONI COLLEGAMENTI? E INOLTRE.. QUALE E’ LA SOLUZIONE MIGLIORE PER RAGGIUNGERE POZNAN DALL’ITALIA?
Si io ho viaggiato molto. In Polonia sono stata a Wroclaw, Danzica, Varsavia, Cracovia e Torun. Fuori dall’Europa sono stata a Berlino, Praga e Londra.
Io raggiunsi Poznan con la linea diretta (Wizzair) Bologna–>Poznan che ora non è più attiva, e dall’aeroporto si raggiunge tranquillamente il centro di Poznan in maniera economica, semplice e veloce.
Un’altra soluzione, tutt’ora praticabile, è Roma–>Wroclaw per poi prendere in maniera economica il bus Wroclaw – Poznan: mediante la tessera studenti è possibile usufruire di tantissimi sconti.

SPIEGACI MEGLIO!
Si, dunque è possibile fare la tessera studenti che dura per tutto l’anno e ti permette di avere considerevoli sconti in ogni ambito: vestiti, cibo, fino ad un 50% di sconto per i trasporti come ad esempio il treno, pertanto in questo modo si può viaggiare dappertutto in maniera molto economica!!
Vi è poi la tessera ESN, che permette di avere sconti per le feste universitarie, e quindi principalmente nei locali notturni (ad esempio girare più locali in una sera e pagare l’ingresso in uno solo).

LA POLONIA E’ FAMOSA PER IL BASSO COSTO DELLA VITA, CONFERMI?
Assolutamente si! Il costo della vita è bassissimo, è qualcosa di fantastico! E’ una delle cose che mi manca di più! Per noi è davvero conveniente!!
Ad esempio le residenze variavano da 90 a 120 euro al mese (bollette incluse), sia per singole che doppie o triple, dipende dal dormitorio.
Per il cibo anche il costo è molto basso, avevamo un alimentari vicino casa nel quale riuscivo a fare la spese a 5 euro a settimana!!
E visti i prezzi bassi non era un problema neppure andare nei ristoranti più “costosi” del centro!

HAI VISSUTO ESPERIENZE NEGATIVE?
Vorrei parlare di un piccolo e negativo aneddoto da considerarsi una tantum, e che non identifica assolutamente quello che è la tipica tranquilla vita polacca. (mi preme premettere che in ogni caso in cui abbiamo necessitato di aiuto il popolo polacco si è dimostrato ultra disponibile: da quando c’è stata la necessità di accompagnare un amico in ospedale, a quando avevamo difficoltà all’interno dei supermercati nell’acquisto di taluni prodotti).
Detto ciò, la spiacevole vicissitudine riguarda un’aggressione che ho subito al parco di Poznan, in una giornata del tutto tranquilla, da parte di una ragazza polacca che probabilmente non era nel pieno delle sue capacità! Un mercoledì pomeriggio ore 15 questa ragazza mi ha fatto subire una forte esperienza emotiva, e fisica!!!
Probabilmente sono stata scambiata per un’altra ragazza, e quindi mi ha assalita tirandomi i capelli e picchiandomi, aggredendomi alle spalle. Tutto si è risolto con l’intervento dei loro amici e delle forze dell’ordine, a parte la paura iniziale si è risolto tutto nel meglio!
Ribadisco che la città è però tranquillissima e noi siamo sempre andati da soli in giro, anche di notte.

LASCIACI UN MESSAGGIO FINALE!
Si! Vorrei dire che mi sono trovata molto molto bene, davvero. Io ho fatto il prolungamento per dare più esami e militare in una associazione di volontariato: aiutavamo i bambini delle elementari e medie con l’inglese.. e abbiamo curato diversi progetti anche con un orfanotrofio fuori Poznan.. è stato bellissimo oltre che molto formativo!
Potrei consigliare la Polonia davvero a tutti, è un paese moderno ed in crescita con una grande storia alle spalle..Non lasciatevi ingannare dalle apparenze.. i polacchi possono sembrare freddi all’inizio ma una volta conosciuti sono davvero dei pazzi scatenati!! Poznan in particolare è una città che sembra a misura di studente.. il livello universitario è molto buono, il gruppo erasmus è organizzatissimo e offre sempre iniziative interessanti (oltre che molto pericolose!! :P) e inoltre grazie al costo della vita bassissimo avrete modo di viaggiare quanto volete, non solo all’interno della Polonia (Cracovia merita!è davvero sorprendente) ma anche all’estero (Berlino sta a 3 ore o poco più con il polski bus e ci sono voli molto economici per tutti i paesi scandinavi )..il mio consiglio è soltanto uno: date e prendete il massimo da questa esperienza.. in tutti i campi! ..e na zdrowie!
Abbiamo chiesto ad Eleonora di fare un breve videoclip che potesse riassumere in immagini la sua esperienza a Poznan…. Per poterlo realizzare al meglio ha adoperato anche le foto di un’altra ragazza, Micaela Bonvicini, che ringraziamo.

Ringraziamo Eleonora che molto gentilmente ci ha concesso questa intervista e ha realizzato per Via Libera il video della sua esperienza!

Nome: ELEONORA BITOCCHI

Città: POZNAN

Stato: POLONIA

Anno Accademico: 2012/2013 (Settembre/Aprile)

Facoltà : Mediazione linguistica

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *