Esposizione artistica IRORRE al Roxy Bar

Opera di Samanta Di Vico

Ecco a voi l’ intervista a  due giovani artiste emergenti, fautrici di una mostra in svolgimento fino al 10 marzo al Roxy Bar di Macerata, in via Garibaldi. Appena varcata la soglia del locale, sono stato contagiato dalla loro vivace spontaneità e passione per le arti visive. Ho voluto saperne di più e condividere con i lettori i nostri pensieri e riflessioni.

1) Parlateci un po’ di voi.  

F.: Mi chiamo Francesca Torelli, sono nata nel 1990 a Francavilla a Mare in provincia di Chieti. (ndr: Francesca scherza sul fatto che la sua città sia più vicina a Pescara che a Chieti, e sorride mentre dice che Francavilla sembra quasi parte della sua periferia)

S.: Io sono Samanta Di Vico e sono molisana. Ti prego non dire nulla sulla mia provenienza! (ndr: Francesca le ricorda con ironia che il Molise andrebbe considerato come la provincia più a nord della Puglia).

2) Come è nata la vostra passione per l’arte?

F.:  Ho sempre avuto la passione per le immagini, mi piacevano le foto  nei giornali e nelle riviste. Mi colpivano anche le immagini dei cd musicali, soprattutto quelle dei Joy Division. Ero indecisa su quale strada intraprendere e alla fine ho scelto il liceo sperimentale ed in seguito l’Accademia delle Belle Arti. Sto seguendo il corso di Graphic Design.

S.: Mi piaceva disegnare, posso dire che è una passione di famiglia. Mio padre disegnava, e lo fa anche mio cugino. Ho frequentato prima il Liceo artistico, ed in seguito ho continuato il mio percorso iscrivendomi all’Accademia qui a Macerata, coltivando la passione che avevo fin da piccola. Ho cominciato il mio percorso con il programma di Pittura e poi sono passata ad Illustrazione.

Opera di Francesca Torelli

3)   Come mai avete deciso di esporre i vostri lavori? Da dove nasce un nome così bizzarro come IRORRE?

La possibilità ci è stata data da Franko B. (ndr: si veda il nostro precedente articolo sulla mostra di Giorgio Staffolani, alla quale Franko B. ha contribuito), e dal Roxy Bar, che da molto tempo si interessa di arte ed ha ospitato diversi artisti. Il nome IRORRE prende spunto dalla parola ERRORI, scritta al contrario. Nasce tutta nella più completa spontaneità, non c’è nulla di programmato o costruito.

4) Come avete realizzato le vostre opere?

S.: Il mio è un lavoro del tutto spontaneo, frutto della mia creatività (prima fotografia). Sono delle composizioni realizzate con diversi materiali, tra cui carta papiro, cera rossa e spago.

F.:  La prima delle mie opere (seconda fotografia) è formata da una serie di fotografie in bianco e nero a cui ho aggiunto degli inserti di carta e nylon rosso.  Ho poi realizzato, prendendo spunto da una copertina di un album dei Joy Division (terza fotografia), una composizione con cartoncino e filo di nylon.

Opera di Francesca Torelli

5) Qual è secondo voi la situazione dell’arte e della cultura attualmente in Italia?

Purtroppo senza finanziamenti non si può realizzare nulla a livello artistico. In Italia attualmente tutto ciò che può definirsi artistico passa in secondo piano. La realtà è questa. Sarebbe interessante anche avere solamente la possibilità di discutere di arte, ma ci sono enormi difficoltà. Una volta completato il percorso formativo all’Accademia non abbiamo garanzie di poter continuare i nostri progetti.

Ad esempio è assurdo che noi studenti dell’Accademia di Belle Arti non siamo inseriti pienamente all’interno dell’Unimc. Vorremmo e potremmo collaborare, anche nella programmazione e gestione delle iniziative organizzate dall’Università di Macerata. Purtroppo sembra quasi di appartenere ad un altro mondo, quando in realtà anche noi siamo studenti. Magari è diverso il piano di studi, la modalità degli esami ed i programmi, ma per il resto siamo studenti anche noi.

Ringrazio Samantha e Francesca per aver condiviso la loro passione e determinazione e auguro loro la migliore fortuna

Chiunque fosse interessato alle loro opere può contattarle ai seguenti indirizzi:

– Francesca Torelli: francescatorelli1@hotmail.it

– Samanta Di Vico; samantadivico@hotmail.it

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *