Produzionidalbasso: il crowd di Altrevisioni

Come già abbiamo scritto nelle scorse settimane, l’associazione Via Libera, editor dell’omonimo magazine di approfondimento online www.vialiberamc.it, sta organizzando a Macerata, con la collaborazione della rivista Internazionale, la seconda edizione di “AltreVisioni – Festival di [contro]informazione” ad aprile nel centro storico di Macerata.

Cuore pulsante della manifestazione sarà la proiezione al Cinema Italia di sei documentari di Mondovisioni, a cura di Cineagenzia, ai quali seguiranno dibattiti con giornalisti ed intellettuali di fama nazionale. I documentari, di alto spessore intellettuale, sono tutti in lingua originale, sottotitolati in italiano. Lo stesso festival servirà a dare lustro e a rilanciare lo stesso cinema Italia, che attraversa una fase di difficoltà non solo economiche. Coerentemente con l’impostazione del nostro magazine, il festival avrà ad oggetto l’informazione e l’approfondimento in relazione a tematiche attuali di forte interesse e richiamo sociale su attualità e diritti umani.

Ispirati da un’idea di accesso alla cultura free, l’ingresso alle proiezioni delle anteprime dei documentari sarà gratuito.
Anche quest’anno abbiamo optato per il crowd(folla)funding(finanziamento). Per voi abbiamo pensato a 5 ricompense: dal portachiavi, al taccuino, dalla matita alla shopping bag della nostra associazione, passando per l’ingresso scontato alla cena del 18 aprile con Wu Ming 2, fino ad un fantastico oggetto fatto a mano dall’associazione Les Friches.

Abbiamo scelto una piattaforma che possa essere di facile accesso ai nostri sostenitori e che, allo stesso tempo, ci offri soluzione vantaggiose per raccogliere fondi. Con produzionadalbasso.com abbiamo potuto intraprendere questa forma di autofinanziamento senza filtri e nessuna intermediazione. Al seguente link trovate il nostro progetto. Scegliete una ricompensa che faccia al caso vostro, registratevi (basta un account mail e una password) e versate la quota: se avete un account paypal è semplice e veloce, altrimenti basta esser in possesso di una carta di credito.

Quando ci siamo ritrovati a decidere come coprire le spese necessarie alla realizzazione di AltreVisioni, abbiamo pensato che la “controinformazione”, per essere tale fino in fondo, avesse bisogno – per così dire – di un controfinanziamento. Così è nata l’idea di utilizzare il crowdfunding, con l’obiettivo di coinvolgere la cittadinanza sin dalle prime fasi di questo progetto ed evitando, così, i grandi sponsor commerciali.

Non ci resta che sperare di raggiungere  l’obiettivo. Contribuire si può per ‪#‎AltreVisioni2015

 

 

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *