León: l’Erasmus di Francesca Petricca

Hai vinto una borsa di studio per León ed è iniziato il conto alla rovescia per partire? Ti solletica l’idea di andare in Erasmus ma non sai che meta scegliere? Allora l’intervista di questa settimana di Via Europa è quello che fa per te! La studentessa di Mediazione Linguistica Francesca Petricca ci racconta la sua esperienza in questo capoluogo spagnolo ricco di storia e cultura.

Cara Francesca, per iniziare: come mai la scelta di León come meta?

Amo la lingua spagnola e la Spagna e quindi, dopo aver analizzato le varie destinazioni disponibili, ho scelto León  perché era la meta che si avvicinava di più al mio percorso di studi. Sapevo che a León  la gente parla il castigliano cioè lo spagnolo standard, mentre in altre regioni si parla anche basco, catalano ecc. ; per questo, per evitare confusioni con le altre lingue, l’ ho preferita  rispetto alle altre. Inoltre una ragazza che aveva fatto l’Erasmus  lì  me ne aveva parlato benissimo.

Una domanda che in molti si pongono: come si fa a vivere in una nazione di cui non conosci la lingua? Tu conoscevi già lo spagnolo prima di partire?

Io studio lo spagnolo quindi in un certo senso ero avvantaggiata … ma ero comunque intimorita dall’idea di dover praticare la lingua! Ma alla fine è andato tutto bene! Per chi non conosce la lingua, le prime due settimane di settembre l’università organizza un corso di spagnolo!

Come sono stati i primi giorni da Erasmus? Cosa hai fatto una volta arrivata? Come ti sei mossa per cercare un alloggio? Consiglieresti di fare come hai fatto tu?

Sono partita con una mia amica che ha fatto l’Erasmus con me, quindi  è stato abbastanza facile. In più, l’università di León dà la possibilità di avere un “padrino” o una “madrina” a disposizione soprattutto per i primi tempi! I primi giorni ho alloggiato in un hotel e già prima di partire avevo trovato, tramite il sito dell’università di León, un elenco di appartamenti divisi per quartieri, prezzi, numeri di telefono..così già il secondo giorno ho trovato casa!

Com’è l’università in Spagna? Come si  fa a seguire le lezioni in una lingua che non è la tua? E a dare gli esami?

L’università in Spagna, o almeno quella di León, è molto diversa dalla nostra..c’è un rapporto molto amichevole con tutti, tanto che si dà del tu ai professori e li si chiama per nome! Gli esami sono quasi tutti scritti ma durante le lezioni spesso bisogna preparare dei “trabajos” cioè lavori, presentazioni che possono essere orali o scritti da presentare davanti tutta la classe.

Raccontaci León come se fossi la nostra guida turistica.

León è una città stupenda, ti sorprende giorno dopo giorno! Forse conosciuta da pochi, è anche una delle tappe del Cammino di Santiago, infatti molto spesso si incontrano gruppi di pellegrini. Sicuramente il simbolo della città è la sua imponente cattedrale: ogni volta che passavo lì davanti non potevo fare a meno di fermarmi a guardarla! è una città piena di storia (sembra addirittura che ci sia il Santo Graal!) ma soprattutto una città viva e piena di gente!! Si fa festa almeno 3 volte a settimana e ogni sera si può andare a fare l’aperitivo con le buonissime tapas leonesi!

Qualche difetto di questa città:

forse esagero, ma per me non ha nessun difetto!!

 

Cosa diresti a uno studente che sta per partire per León?

Magari prima di partire avrai un po’ di paura ma sappi che una volta lì non vorrai più andartene!

Se potessi tornare indietro, cosa non rifaresti?

Rifarei tutto! Credo di aver vissuto al meglio questa esperienza e ogni cosa che ho fatto o ogni persona che ho conosciuto mi ha lasciato qualcosa di buono!

Come si arriva a León?

Dall’aeroporto di Madrid si va con la metro alla stazione Chamartín per prendere il treno fino a León. Oppure con l’autobus sempre da Madrid a León (l’autobus parte anche dall’aeroporto ma il viaggio è molto più lungo rispetto a quello in treno).

NON PERDERE IL VIDEO DI FRANCESCA SUL SUO ERASMUS A LEON!

Studente:  Francesca Petricca

facoltà: Mediazione Linguistica

città: León

periodo di permanenza: dal 02/09/2013 al 5/07/2014

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *