Erasmus a Tromsø: l’esperienza di Andrej Sagaidak

Per la prima volta nella storia della rubrica, questa settimana parliamo di Tromsø , città della Norvegia settentrionale, grazie alla testimonianza di  Andrej Sagaidak.  Lo studente ci racconta della sua esperienza Erasmus che gli ha permesso di conoscere a fondo la meraviglia dei paesaggi e della vita del nord Europa. Solo vedendo le foto viene voglia di partire! Scopriamo di più insieme a lui.

Caro Andrej, per cominciare ci piacerebbe sapere cosa ti ha spinto a decidere di partire per l’Erasmus e soprattutto come mai hai scelto Tromsø.

La spinta principale a decidere di partire per l’Erasmus è stata la facile possibilità di studiare in tanti paesi dell’Europa. Ho scelto Tromsø perché ho sentito tante acclamazioni positive da diversi studenti e anche dal professore Chelati Dirar.

 

Come è stato l’impatto iniziale con questa nuova realtà? Raccontaci i tuoi primi giorni a Tromsø.

I primi giorni sono stati abbastanza difficili per il fatto che i prezzi in Norvegia sono molto più alti che in Italia. Comunque me lo aspettavo e nel giro di 1-2 settimane mi sono adattato abbastanza bene. Ci sono state tante attività organizzate dalla università per studenti stranieri, dopo ho conosciuto subito tantissima gente.

Dove vivevi? Spiega agli studenti che leggono come si fa a trovare un alloggio a Tromsø.

Vivevo in una stanza gestita  dall’università. Gli studenti stranieri sono molto privilegiati  nel trovare una stanza  nei collegi studenteschi, ma si devono prenotare almeno 2-3 mesi prima dell’arrivo, su https://www.boligtorget.no/studentiarktis

Com’è l’Università in Norvegia? Come sono le lezioni? E gli esami?

L’università è molto moderna con tante attività e posti di lavoro come volontari. Le lezioni sono ad alto livello, i professori sono molto bravi, insegnano bene e non fanno mai  ritardo alle lezioni. A volte possono anche chiedere agli studenti di prolungare la lezione di 15-20 minuti. Gli esami sono principalmente scritti e ogni studente usa un numero (sempre diverso) invece che il suo nome per evitare la discriminazione.

Raccontaci della città: cosa si può fare e vedere?

La città non è tanto grande però è possibile trovare lavoro in qualche ristorante. Ci sono tanti musei pubblici, tanti pub e nightclub da visitare.

Hai fatto qualche viaggio? Se si dove?

Abbiamo viaggiato a Narvik per un’escursione  al museo della guerra per 2 giorni, siamo anche stati sul Nordkapp.

Perché gli studenti che stanno pensando di partecipare al bando Erasmus dovrebbero includere Tromsø  tra le mete selezionate?

Tromsø  è un’ottima scelta per lo studente che vuole sperimentare una vita di studio diversa da quella maceratese.

Un aneddoto divertente di questo soggiorno all’estero:

Quando racconto ai norvegesi che la loro unica forma di corruzione che ho notato è quando nel supermercato il cassiere ti regala la busta della spesa senza scannearla ; loro ridono tanto.

Un consiglio finale per i lettori:

Alla fine dell’ anno a Tromsø è buio per 2 mesi ; ciò può causare un certo scompenso psicologico e un grande sconforto. Preparatevi bene per questo. Non impauritevi tanto dei prezzi norvegesi: dopo un paio di settimane capirete che si può mangiare e uscire a poco prezzo.

Come si arriva a Tromsø :

La compagnia aerea più usata è la http://www.norwegian.com/en/ .Dopo, dall’aeroporto è abbastanza facile prende il pullman per quasi ogni destinazione studentesca di Tromsø.

 

Studente: Andrej Sagaidak

facoltà: Peace and Conflict Studies

città: Tromsø

periodo di permanenza: 10 mesi

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *