L’Unesco approda nelle Marche: nuove opportunità di esperienza formativa.

L’UNESCO non è soltanto una sigla, o un ente lontano a cui si pensa in riferimento alle bellezze materiali nel mondo: in esso lavorano persone che hanno, invece, molta concretezza e voglia di diffondere la cultura della conoscenza e dell’informazione, avendo anche cura delle specificità dei singoli territori d’interesse. Nello specifico, è di recente costruzione il progetto del Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana, Ente di competenza regionale, destinato alla partecipazione esclusiva di giovani entusiasti di età compresa tra i 20 ed i 35 anni. L’organizzazione è ancora in fase di definizione e, per tale motivo, necessita tuttora di manodopera attiva e propositiva.

Cosa faccia, in pratica, questa nuova creatura dell’UNESCO ce lo spiega Noemi Tarantini, neolaureata 26enne, Rappresentante del Comitato Giovani nelle Marche: “Il Comitato si propone come braccio territoriale del CNI per avere più appeal a livello locale e soprattutto sui giovani, senza dimenticare comunque tutte le fasce d’età. In pratica ha il compito di sviluppare a livello regionale le priorità del mandato UNESCO nel campo, dunque, della cultura, della scienza, dell’educazione e dell’informazione. Ci tengo, infatti, a sottolineare che i compiti dell’UNESCO non sono limitati soltanto alla tutela del patrimonio materiale, anzi;  vuole promuovere la conoscenza, la cultura, l’innovazione e le buone pratiche attraverso la partecipazione attiva della popolazione. Dunque, ogni Comitato si occuperà di dettagliare, nella propria Regione, i progetti di portata nazionale ed internazionale al fine di stimolare un dibattito e sensibilizzare l’opinione pubblica su determinati topic: il tutto, attraverso l’organizzazione di convegni, eventi, mostre, workshop, corsi, ecc.”

Indubbiamente, il progetto è ambizioso ed è tuttora in via di definizione: affinché tutto ciò passi dalla teoria alla pratica, l’UNESCO ha già raggruppato per ogni Regione un Comitato operativo, fatta eccezione per Marche, Trentino, Basilicata, Sardegna e Molise, le cui sedi sono ancora vacanti. Proprio allo scopo di completare il “quadro”, i Rappresentanti di tali Regioni hanno promosso un bando di selezione pubblica per la nomina di 10 soci regionali di età compresa tra i 20 e i 35 anni, allo scopo di formare una team effettivo a supporto della pianificazione, programmazione ed organizzazione delle attività.

Attualmente, la dott.ssa Tarantini sta gestendo il bando nel rapporto con le istituzioni e gli enti al fine di promuoverlo il più possibile, nonché visionando le candidature: naturalmente, all’esito di tutta la procedura ci sarà il colloquio e la scelta finale.

Per partecipare, le domande, corredate di curriculum vitae e lettera motivazionale (in formato PDF) e fototessera (in formato JPEG), dovranno essere inoltrate entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 13 novembre 2015, a mezzo posta elettronica all’indirizzo: giovaniunesco.marche@gmail.com come specificato nel bando, da reperire al link http://www.unesco.it/cni/index.php/news.

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *