L’evento “Nous(H)ommes” conquista Macerata

Il 5 e 6 Maggio una piccola parte del centro storico di Macerata si è colorata delle luci e delle magie tipiche di Parigi. Due dei vicoli più antichi e dimenticati di Macerata hanno riprodotto l’atmosfera del famoso e coloratissimo quartiere Montmartre con l’evento “Nous(H)ommes” organizzato con la collaborazione di Unifestival e grazie all’impegno e la dedizione dei ragazzi del LABS, spazio autogestito in Vicolo Monachesi e punto di snodo dell’intero evento. Hanno inoltre partecipato attivamente anche i ragazzi dell’Accademia delle Belle Arti di Macerata, il collettivo Gerundi, l’associazione teatrale Calabresi TeMa Riuniti, la Scuola Popolare di Filosofia e quella di arti popolari Folk in Progress.
L’evento nasce proprio per raccontare l’Europa poco prima della sua festa il 9 Maggio e per far approdare i visitatori all’interno della magica realtà di una Parigi anni ’20- ’30.

E l’esperimento è riuscito benissimo: suggestiva la via brulicante dei ragazzi dell’Accademia con le loro tele e tavolozze, struggenti le poesie recitate in lingua, divertenti gli attori che si aggiravano tra la folla con le loro scenette, magico il cartomante che richiamava le persone per invitarle a scoprire il loro destino.
Tutto questo valorizzato dai costumi dei figuranti tipici della Francia Anni Venti, l’aperitivo a tema, le decorazioni che hanno saggiamente vivacizzato le storiche mura dei vicoli e tutto accompagnato dalle dolci melodie del compositore francese Yann Tiersen tratte dal film “Il favoloso mondo di Amèlie” che hanno concesso ai cittadini l’opportunità di fare un salto indietro nel tempo.

Un’atmosfera ravvivata inoltre dai concerti serali dei Black Cat Manouche Quartet  e dell’Antonino De Luca Trio che hanno conquistato tutti al ritmo delle loro note jazz all’interno della bellissima cornice che propone il Cortile Lauri.

Un evento dunque insolito ed estremamente affascinante che ha dimostrato ancora una volta la coesione e la cooperazione tra le diverse associazioni di Macerata volte a proporre nuove e valide idee ricreative finalizzate alla crescita personale e culturale e alla valorizzazione del territorio.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *