Occhio ai punti – I contenuti della lista di Officina Universitaria

Ci avviciniamo sempre di più alle elezioni universitarie del 14 e 15 dicembre, per questo noi di Via Libera Macerata crediamo sia necessario, per un voto cosciente, informare bene gli studenti sui punti specifici di tutte le liste; vediamo quelli di Officina Universitaria.

Il programma si divide in macro-sezioni, all’interno delle quali vengono specificate le varie proposte:
il primo è “Fateci spazio”, quindi cercare di ottenere aule più grandi (visto inoltre in questi ultimi anni l’arrivo di facoltà che prima erano dislocate), eventuali aule per attività non inerenti all’insegnamento e chiedere all’università di investire nella costruzione di alloggi universitari (anche dopo l’evento sismico che ha colpito il maceratese a fine ottobre). Continua con “La cultura è musica, fateci suonare” con cui si cerca di promuovere la cultura universitaria come realtà cittadina (ad esempio attraverso l’organizzazione di festival artistici) e di ottenere sconti significativi per il teatro e per i musei, cosa che effettivamente diversi studenti hanno lamentato in questi anni.

L’idea della lista è quella di cercare una collaborazione sempre più attiva e aperta con il comune di Macerata: “Macerata città universitaria” propone un dialogo continuo con la giunta comunale attraverso un diretto interlocutore per cercare di far capire le reali esigenze degli studenti ai politici. Inoltre, per essere una vera città universitaria, Macerata ha bisogno di alcuni miglioramenti: ad esempio un perfezionamento concreto della rete Wi-Fi e l’attivazione di un servizio di Bike Sharing, per una pedonalizzazione completa del centro storico. I trasporti rappresentano un punto fondamentale e di rilevante importanza, soprattutto in un periodo come questo in cui si vedono molti ragazzi che a causa di inagibilità della casa o simili, si spostano giornalmente facendo da pendolari. Officina per questo presenta la proposta del miglioramento del traporto dei treni; ma anche dei trasporti della città con varie agevolazione per gli autobus urbani e l’aumento delle tratte della navetta Ersu.

Nella proposta di Officina Universitaria vi è anche l’idea e la volontà di internazionalizzazione, che cerca di creare un rapporto stretto con il CLA e l’associazione Erasmus, per permettere sia agli studenti stranieri che a quelli italiani di vivere davvero un’esperienza unica. Inoltre si cercherà di risolvere il problema del riconoscimento degli esami in Erasmus attraverso un sistema unico che sia limitato ai docenti dei singoli corsi.
Nodo centrale su cui si impernia il programma di questa lista, e che ha caratterizzato anche i due anni precedenti da loro governati, è la questione E.r.s.u con un continuo e costante controllo per le borse di studio e i finanziamenti; cosi come la questione alloggi: si richiederà un aumento dei posti letto, visto anche l’aumento dei richiedenti per le borse di studio.
Inoltre secondo le prospettive di questa lista, il lavoro e la concretezza dell’università devono essere posti come nodo centrale nella questione della formazione dei lavoratori di domani: snellire il procedimento per i tirocini, far sì che l’università promuova tirocini retribuiti, creare un database storico per le esperienze e le valutazioni dei tirocini da parte degli studenti.

Infine ci sono tutta una serie di iniziative volte allo studente: un maggiore orientamento pre – universitario, un maggiore accompagnamento post – universitario, potenziamento del CUS (Centro Universitario Sportivo, opportunità poco conosciuta dagli studenti),  corsi di italiano per i richiedenti asilo.

La lista dei punti di Officina Universitaria sembra essere, in maniera teorica, esaustiva e completa per un’attenzione particolare e specifica allo studente di oggi e di domani; saranno da vedere alcuni punti nello specifico per la loro praticità e concretezza nello svolgimento, questioni queste che sviscereremo, con successive interviste, direttamente con i candidati dell’associazione.

lista-3

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *