“Tu si que vales”: come muovere i primi passi nel mondo del lavoro

Oggi abbiamo incontrato Sara Bruni, dei “Giovani delle Acli (GA) di Macerata”, che ci ha parlato dell’iniziativa “Tu si que vales”: un ciclo di tre incontri sul tema del lavoro.
Lo scopo dell’iniziativa, patrocinata dal Comune di Macerata, è quello di orientare e informare i giovani che oggi si affacciano al mondo del lavoro, con l’obiettivo di promuovere una reale consapevolezza circa le opportunità che i tanti enti ed istituzioni del nostro territorio possono offrire.
Il primo incontro dal titolo “Il mondo del lavoro: come muovere i primi passi?” in programma per martedì 21 febbraio dalle ore 17.00 presso la Sala Castiglioni, piazza Vittorio Veneto, Macerata, è stato così realizzato coinvolgendo enti e soggetti da anni attivi nel settore.
14670776_362486170756491_2848277498881906835_nInterverranno:
Emanuela Carlacchiani ed Alessandro Colò, i professionisti/operatori dell’ Informagiovani;
Cinzia Bonifazi, del Centro per l’ impiego ;
Laura Nori, dell’Eurodesk;
Sabina Riatti, dell’ Eures.
Fabio Corradini, Vice Presidente Vicario Provinciale delle ACLI Maceratesi e Responsabile Regionale Servizio Civile ACLI Marche, parlerà anche di servizio civile.

Abbiamo chiesto a Sara di spiegarci chi sono e di cosa si occupano i “Giovani delle Acli”
I Giovani delle Acli (associazione giovanile di Macerata, ma riconosciuta anche a livello nazionale), in sostanza, promuovono l’aggregazione dei giovani al di sotto dei trentadue anni con percorsi di educazione e formazione alla politica, all’impegno civile e alla cittadinanza attiva. Ogni gruppo provinciale GA da quindi vita a momenti di discussione, riflessione, attività (dall’organizzazione di vacanze formative, a convegni, a iniziative e feste), e in particolare a livello nazionale si caratterizza per soprattutto per l’ Agorá ( una assemblea nazionale). Quest’anno il tema dell’Agorá e’ stato il lavoro, e da qui e’ nata l’ idea di creare questo ciclo ci incontri, dal titolo “Tu si que vales”(il primo si terra’ appunto il 21 febbraio)

16587233_421662754838832_7965362077258535766_o[1]

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *