La pesatura serbatoi è una fase essenziale di una serie di processi produttivi, ad esempio quelli chimici ed alimentari, il che rende assolutamente necessario poterla effettuare con elevato grado di precisione e assoluta affidabilità nei risultati: questo obiettivo è conseguibile anche nei casi più complessi, per fortuna, con l’uso dei corretti accorgimenti, come vedremo nei due casi seguenti.

Uno dei fattori più critici che possono influire sulla precisione dei risultati della pesatura serbatoi, ad esempio, quando ci si trova ad operare su un impianto chiuso, è la pressione del sistema. Pensiamo all’industria chimica, dove molti processi richiedono altissime pressioni positive, e allo stesso tempo gli impianti di aspirazione per la pesatura di materiale in polvere generano pressioni negative che possono arrivare anche ai 300 millibar: se la connessione fra serbatoio e tubazione è verticale, la forza esercitata sul serbatoio stesso andrà ad inficiare inevitabilmente la correttezza dei risultati di pesatura.

Di fronte a tale problema, le soluzioni più comuni sono due: nel caso in cui la pressione sia costante durante la pesatura serbatoi, è possibile calcolarne l’effetto durante la misurazione e provvedere a tenerne conto prima di restituire un risultato finale, altrimenti – e resta in ogni caso la soluzione più adatta e da preferirsi se appena possibile – si può installare la tubazione in senso orizzontale, così da far assorbire direttamente dai supporti della struttura tutte le forze parassite che si possono generare.

Altro caso critico è quello della pesatura serbatoi orizzontali, quando questi contengano liquidi. Si tratta di una situazione ingannevolmente semplice, dato che normalmente pare soddisfatta quella condizione elementare di base – ossia che il baricentro si sposti su una verticale al variare della massa contenuta – che farebbe propendere per un sistema con due appoggi fissi su una sella e una cella di carico sotto l’altra, eventualmente con protezioni antiribaltamento nel caso di forti urti laterali.

Tuttavia, come spesso accade, anche qui la condizione ideale descritta sulla carta non è poi esattamente quella che si va ad incontrare sul campo, una volta che ci si trova a lavorare sulla reale installazione. In questo genere di configurazione, infatti, la distribuzione del contenuto non è praticamente mai simmetrica, ma vede una inclinazione leggera ma effettiva della linea di base verso il lato dove si trova il bocchettone di uscita. Si tratta di un’inclinazione che perturba spesso in maniera significativa la precisione del risultato della pesatura serbatoi; per risolvere il problema, anziché installare una singola cella, si preferiranno sistemi a tre celle di carico autocentranti con battute di arresto, che garantiranno misurazioni nettamente più affidabili e precise.