La lavastoviglie da incasso è un elettrodomestico sempre più presente nelle cucine, in quanto ben capace di camuffarsi con l’arredamento rispetto a un modello a libera installazione.
È spesso inclusa nella vendita della cucina, ma prima di farla installare è bene valutare bene tutti i pro e contro di ogni modello.

Misure delle lavastoviglie da incasso

Le lavastoviglie da incasso hanno due misure standard: 45 cm o 60 cm per adattarsi alle dimensioni di tutte le cucine.

Requisiti essenziali delle lavastoviglie da incasso

Prima di acquistare una lavastoviglie da incasso, bisogna considerare alcuni requisiti fondamentali:

– Numero di coperti capace di lavare ad ogni ciclo;

– Durata dei programmi di lavaggio: più sono brevi e meno consumano;

– Rumorosità: meglio scegliere un modello dalla bassa rumorosità in modo da non disturbare le attività casalinghe e il vicinato;

– Classe energetica: per avere un basso consumo energetico è bene scegliere una lavastoviglie da incasso classe A+ o A++;

– Eventuali prestazioni aggiuntive che potrebbero rendere più agevole l’utilizzo dell’elettrodomestico, per esempio la programmazione della partenza del lavaggio, il mezzo carico o il programma di asciugatura.

Migliori modelli di lavastoviglie da incasso

Il sito-guida all’acquisto migliorlavastoviglie.it è in grado di fornire ai consumatori diversi modelli di lavastoviglie da incasso, tutti capaci di soddisfare le varie esigenze. Ecco qualche suggerimento:

– Hotpoint-Ariston LSTF9M124CEU: è una modello di lavastoviglie da incasso studiato per le coppie o per i single, poichè ha dimensioni ridotte, lava massimo 10 coperti per ciclo e dispone dell’opzione mezzo carico.
Ha due programmi di lavaggio: quello classico dura 115 minuti, mentre quello eco 176 minuti.
I consumi energetici ed idrici sono molto bassi, poichè per il primo programma si tratta di soli 0,88 kWh per 14 litri, mentre per il secondo di 0,67 kWh per 10 litri.
Con questa lavastoviglie da incasso è possibile programmare la partenza ritardata fino a 12 ore, ma anche conoscere il tempo rimanente alla programmazione.
In più l’altezza del cestino superiore è regolabile a piacere per facilitare il carico delle stoviglie;

– Whirlpool ADG402: modello da incasso 45 cm, è in grado di lavare fino a 10 coperti, i quali possono essere riposti perfettamente asciutti grazie all’apposito programma.
I consumi idrici ed elettrici sono rispettivamente di 11 litri e di 0,99 kWh per la funzione principale, mentre di 10 litri e di 0,70 kWh per quella Eco.
Le tempistiche di lavaggio sono decisamente lunghe: il programma tradizionale impiega 111 minuti, mentre quello ecologico 173.
È davvero poco rumorosa (solo 48 dBA), la classe energetica è A++ e dispone della programmazione ritardata da 1 a 12 ore;

– Candy CDI 1L38-02: lavastoviglie da incasso per 13 coperti di classe A+, i cui consumi giornalieri risultano essere leggermente più alti rispetto a quelli sopra indicati, poichè ammontano a 16 litri e 1,20 kWh per il programma trazionale (il ciclo dura 114 minuti), mentre per quello Eco sono di 12 litri e 0,92 kWh (il ciclo dura 185 minuti).
Non dispone della funzione mezzo carico, ma si può programmare la partenza ritardata di 3, 6 o 9 ore.
Risulta essere molto rumorosa (emette 56 dBA), ma l’auto pulizia è davvero molto valida.