Chi siamo?

MISSION

 

Via Libera è un magazine d’informazione e approfondimento che nasce nella città di Macerata grazie all’impegno di un gruppo di giovani studenti, neolaureati, dottorandi, provenienti da percorsi formativi differenti.

La rivista intende rappresentare uno spazio di circolazione e condivisione di idee e vuole fornire una visione delle cose diversa dal solito, un punto di vista trasversale ed alternativo sulla realtà che ci circonda. La redazione è composta per lo più da studenti, laureati o giovani lavoratori, ma l’associazione è aperta a chiunque voglia farne parte!

 

PRINCIPI ISPIRATORI

 

Gestione totalmente democratica, partecipata e condivisa del giornale

Via Libera è una redazione giornalistica che fa dell’autogestione democratica la sua forza. La condivisione egualitaria, inclusiva della libertà di ciascun singolo, delle attività redazionali e del potere decisionale che queste comportano, anima il nostro modo di lavorare in comune.

Valorizzazione del lavoro giornalistico contro gli imperativi del mercato e del fare notizia

Via Libera crede che l’informazione potrà essere un bene comune soltanto se il lavoro giornalistico sarà difeso, ripensato nella sua vocazione culturale, quindi, democratica, e liberato da scuole di giornalismo troppo costose, dalla precarietà, dai fallimenti del capitalismo e dal dovere di produrre denaro e notizie per avere altro denaro e notizie da produrre.

Formazione di una cultura radicalmente democratica

Via Libera vorrebbe testimoniare un modo altro di comunicare nella società, raccontando ciò che, abitualmente, per problemi di notiziabilità, precarietà, interessi economici e comprensibile rassegnazione, viene manipolato, banalizzato o “semplicemente” omesso. Con la pubblicità, darà valore soltanto ad attività la cui natura non crei alcuna contraddizione con il suo modo di lavorare e con ciò che racconterà.

L’informazione può essere un’arma, occorre fare in modo che non lo diventi

Via Libera cercherà di sperimentare un altro modo di lavorare non soltanto nelle intenzioni ma, soprattutto, valutandone gli effetti nella società e sulle persone. Essere imprecisi è inevitabile, essere scorretti, molto spesso, è una scelta o un atto di superficialità e indifferenza. Non vogliamo educare nessuno; ci accontenteremo di smussare qualche stereotipo, smascherare qualche pregiudizio, creare le condizioni per un po’ di consapevolezza in più nella libertà di giudicare il mondo. Non servirà a molto ma, almeno, darà una mano e non un’arma ai lettori.

Senza corresponsabilità tra scrittori e lettori non c’è alcuna comprensione possibile

Via Libera crede fortemente che non si dia libertà di informazione senza corresponsabilità nell’informare e nell’essere informati. La nostra responsabilità significa verifica dei fatti, cura del modo di comunicare, sforzo di comprendere insieme. Non parliamo all’opinione pubblica, più adatta a produrre audience, traffico, “mi piace” e ad applaudire che a comprendere. Non siamo la rassegna stampa di alcun partito. Per il loro stesso bene, non cerca il favore dei lettori e di chi la sosterrà economicamente. La vostra responsabilità significa spirito critico, giornalismo partecipativo e commenti in grado di aiutarci con le vostre esperienze, testimonianze ed argomentazioni.

I lettori sono le persone con le quali dialogare e condividere la ricerca della verità

Via Libera pensa che per raccontare il mondo non basti né un fatto né un punto di vista, serve un punto di vista su un fatto. La difficoltà di ogni racconto è quella di condividere la propria esperienza del mondo e il proprio punto di vista, affinché anche chi legge possa elaborare il suo punto di vista. Per questo, l’informazione è sempre anche un dialogo, aspro, conflittuale, critico, purché testimoni la volontà di comprendere insieme. Siamo con le associazioni, i movimenti, le istituzioni che vivono il territorio, lo abitano e lo trasformano per renderlo migliore. Vorremmo condividere la ricerca della verità con gli oppressi, nelle periferie abbandonate, rivendicando i diritti negati. Non abbiamo ricette, ma una gran voglia di sperimentare nuove modalità, mediatiche e non, di raccontare la realtà.

 

DISCLAIMER

 

Il sito Via Libera viene aggiornato senza alcuna periodicità, la frequenza degli articoli non è prestabilita e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale o una testata giornalistica ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.
Alcune foto presenti sul sito provengono da internet e si ritengono di libero utilizzo. Se è stata pubblicata un’immagine protetta da copyright, il legittimo proprietario puo’ contattarci: l’immagine sarà rimossa oppure accompagnata dalla firma dell’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *